Industry 4.0

L’affermazione di una sempre più diffusa sinergia tra sistemi fisici e digitali, attraverso all’utilizzo di dispositivi intelligenti, interconnessi e collegati in rete ha dato vita a quella che viene definita una vera e propria quarta rivoluzione industriale: l’ Industry 4.0.

Supportando il sistema aziendale con le ultime innovazioni del campo delle Smart technologies, si configura un metodo operativo intelligente ed interattivo, in cui la connessione di sistemi informatizzati, capitale umano ed informazioni garantisce migliori prestazioni, riducendo gli sprechi e i tempi di risposta alle richieste del mercato.

Tramite questo processo di innovazione inoltre si facilita l’elaborazione di analisi sui Big Data, consentendo adattamenti sui sistemi produttivi e sulla gestione della rintracciabilità di beni in tempo reale, garantendo un monitoraggio continuo delle attività, non solo relative alla produzione, ma all’intera supply chain.

In tale quadro si innesta l’innovazione portata sul mercato dalle nuove Soluzioni e tecnologie di Gadamed, che proprio attraverso l’utilizzo della tecnologia RFID (Radio Frequency IDentification) e del sistema IoT (Internet of Things), permette eliminare i passaggi di archiviazione effettuati con processi manuali, inviando direttamente i dati dei campioni o del tracciamento al sistema, offrendo un servizio innovativo e sicuro. Grazie alla tecnologia RFID, memorizzando le informazioni nei tag che ne costituiscono il punto di forza, si ha l’opportunità di un immagazzinamento immediato di migliaia di informazioni su di un unico supporto.

L’acquisizione di tale sistema apporterà anche un beneficio di natura fiscale, definito secondo tali parametri:

Investimenti effettuati dal 1 gennaio 2022 e fino al 31 dicembre 2022 (con possibile estensione fino al 30 giugno 2023):

  • 40% del costo, per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • 20% del costo, per la quota di investimenti superiori a 2,5 milioni e fino a 10 milioni di euro;
  • 10% per la quota di investimenti superiori a 10 milioni e fino a 20 milioni di euro.

Investimenti effettuati dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021 (con possibile estensione fino al 30 giugno 2022):

  • 50% del costo, per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • 30% del costo, per la quota di investimenti superiori a 2,5 milioni e fino a 10 milioni di euro;
  • 10% del costo, per la quota di investimenti superiori a 10 milioni e fino a 20 milioni.